La Giunta della Camera di commercio della Maremma e del Tirreno ha approvato una prima tranche di bandi a favore dello sviluppo delle imprese. Lo stanziamento complessivo è di oltre 300mila euro, per una serie di misure che vanno a sostenere l’internazionalizzazione, l’innovazione digitale, la transizione energetica, l’acquisizione di certificazioni di qualità, iniziative di promozione del territorio e aiuti per la crisi di impresa.

Bando per l’internazionalizzazione delle imprese

Il bando sostiene, tramite l’erogazione di contributi a fondo perduto, la presenza all’estero delle imprese e lo sviluppo di canali e strumenti di promozione sia tradizionali che basati su tecnologie digitali e online. Il contributo massimo è di 3.000 euro.

Bando per l’innovazione digitale 4.0

Il bando ha l’obiettivo di promuovere la transizione digitale nelle PMI del territorio e prevede la concessione di contributi a fondo perduto pari al 70% delle spese sostenute e fino ad un massimo di 5.000 euro, per l’acquisto di servizi e soluzioni focalizzati sulle competenze e le tecnologie digitali.

Bando per le certificazioni di qualità

Il bando prevede un contributo fino a 2.000 euro per l’acquisizione di certificazioni di qualità, funzionali ai percorsi di sviluppo aziendali, rilasciate da organismi competenti.

Bando a sostegno delle iniziative locali

Il bando sostiene iniziative realizzate nel 2024 e concluse entro il 10 gennaio 2025, di valorizzazione del territorio e delle sue tipicità (ambientali, enogastronomiche, sportive, culturali, ecc.) e di sviluppo e promozione del turismo, realizzate nelle province di Livorno o Grosseto. I beneficiari dei contributi sono: le Associazioni di categoria e loro società di servizi, i centri commerciali naturali, Soggetti iscritti al Rea portatori di interessi collettivi, Soggetti senza scopo di lucro, anche non iscritti al Rea, che abbiano, nel proprio statuto, atto costitutivo e/o regolamento, come finalità della loro attività la promozione e valorizzazione del territorio e della sua cultura e le pubbliche amministrazioni delle province di Grosseto o Livorno, che realizzano tali iniziative.

Il contributo massimo è di 4.000 euro.

Bando a sostegno della transizione energetica

Il bando intende incentivare l’avvio da parte delle imprese di percorsi per favorire la transizione energetica e la partecipazione a Comunità energetiche rinnovabili (Cer). Sono previsti contributi fino a 2.500 euro per l’acquisizione di servizi di consulenza e/o formazione, da parte di figure altamente qualificate e competenti, finalizzati a favorire:

  • la razionalizzazione dell’uso di energia da parte delle imprese, attraverso la progettazione di interventi di efficienza energetica, riducendo i consumi e le emissioni di gas clima-alteranti;
  • lo sviluppo di sistemi di autoproduzione Fer, anche attraverso la partecipazione delle imprese alle Cer.

Bando per l’accesso alla Composizione negoziata per la soluzione delle crisi di impresa

Il bando intende favorire lo sviluppo della cultura della prevenzione della crisi d’impresa e contrastare le difficoltà economico-finanziarie delle piccole e medie imprese delle province di Livorno e Grosseto, favorendo il ricorso alla Composizione negoziata per la soluzione delle crisi di impresa.

Grazie all’accesso alla Composizione negoziata, azionabile su base volontaria attraverso una piattaforma online, l’impresa viene affiancata da un esperto terzo, indipendente e munito di specifiche competenze, al quale è affidato il compito di agevolare le trattative con i creditori necessarie per il risanamento dell’impresa.

Il bando prevede l’erogazione di un contributo massimo di 4.000 euro, a copertura del 50% delle spese sostenute, per il compenso relativo alla prestazione resa dagli esperti.

 

Per richiedere i contributi c’è tempo fino a novembre, salvo chiusura anticipata dei bandi per esaurimento risorse.

Tutti i bandi, con l’indicazione del termine perentorio di presentazione delle domande e la relativa modulistica, sono disponibili sul sito camerale www.lg.camcom.it.

Per informazioni è possibile contattare i nostri esperti, scrivendo a: l.storai@cna-gr.it – g.pianelli@cna-gr.it

 

Fonte: Ufficio comunicazione Cciaa Maremma e Tirreno.

 

 

Menu Accessibilità