La gestione delle terre e rocce da scavo provenienti da attività edilizie e movimento terra non è semplice e per non imbattersi in sanzioni amministrative e penali bisogna seguire alla lettera la norma vigente. Con il con il termine terre e rocce da scavo si fa riferimento al suolo scavato derivante da attività finalizzate alla realizzazione di un’opera tra cui: scavi in genere (sbancamento, fondazioni, trincee); perforazione, trivellazione, palificazione, consolidamento; opere infrastrutturali in generale (galleria, strade, ecc.); rimozione e livellamento di opere in terra. A seconda della loro caratterizzazione, provenienza e destinazione si applicano regimi normativi diversi.

Per il riutilizzo di “terre e rocce da scavo”, ad esempio, bisogna qualificarle come sottoprodotto per escluderle dalla gestione come rifiuto, quindi a tal fine sono previsti almeno gli adempimenti del campionamento e analisi chimiche in riferimento alle colonne A e B, Tabella 1, Allegato 5, al Titolo V, della Parte IV del D.Lgs. 152/2006 anche nel caso che le “terre e rocce” siano riutilizzate nel sito di produzione.

Nel caso in cui debbano essere portate in altro luogo è anche necessaria la redazione della dichiarazione di utilizzo (art. 21 del D.P.R. 12/2017) o del piano di utilizzo, la redazione del documento di trasporto e la redazione della Dichiarazione di avvenuto utilizzo. Inoltre, qualora una delle attività precedentemente descritte non venga effettuata o contenga errori nelle procedure e o nei tempi, le “terre e rocce da scavo”, perderebbero la loro qualifica di sottoprodotto e tornerebbero ad essere considerate “rifiuti” anche dopo il loro scarico/riutilizzo.

Consapevoli del fatto che questo argomento sia tanto delicato quanto complicato da gestire, l’ufficio Ambiente & Sicurezza Cna è a completa disposizione per assistere le aziende interessate per consulenza e verifica della corretta gestione delle terre e rocce da scavo, oltre che per la predisposizione di tutta la documentazione necessaria all’iter autorizzativo.

 

Per maggior informazioni contattare:
Ambiente & Sicurezza Cna Srl
Raluca Santini : r.santini@cna-gr.it ( tel. 0564/471217)
Jacopo Sabatini : j.sabatini@cna-gr.it ( tel. 0564/471254)

Menu Accessibilità