Una raccolta fondi per sostenere le piccole e medie imprese colpite dall’alluvione in Toscana e la richiesta di estendere lo Stato di emergenza anche alle province di Lucca e Massa Carrara. CNA Toscana sta lavorando senza sosta per sostenere tutte le piccole e medie imprese toscane che hanno subito danni a causa della forte ondata di maltempo dello scorso fine settimana.

È stata per prima cosa aperta, con un apposito iban, una raccolta fondi da destinare alle piccole e medie imprese che servirà per dare un primo aiuto per la ripartenza delle aziende. Oltre a questo CNA Toscana sta lavorando per un’estensione territoriale dello Stato di emergenza nazionale che vada oltre le 5 province già identificate, Firenze, Prato, Pistoia, Pisa e Livorno: “Abbiamo chiesto alla Regione Toscana l’estensione dello Stato di emergenza nazionale alle province di Lucca e Massa Carrara – spiega il presidente di Cna Toscana Luca Tonini -. Anche queste due province infatti sono state coinvolte dai fortissimi fenomeni del fine settimana, basti pensare agli stabilimenti balneari, ai ristoranti ed a tutte le attività sulla costa che hanno subito danni notevoli a causa di vento e mareggiate”.

 

Per chi volesse contribuire queste le coordinate:

IBAN: IT06 L 03332 02800 000002213233

Causale: CNA Emergenza Toscana

Intestatario: CNA Toscana

 

Fonte: Ufficio stampa CNA Toscana 

Menu Accessibilità