La compensazione dei crediti da investimenti 4.0 può avvenire solo con una comunicazione preventiva al Mimit.

Con il decreto 39/2024, infatti, si precisa che per l’utilizzo in compensazione del credito di imposta derivante dagli investimenti in beni strumentali 4.0 effettuati nel 2023 e nel 2024, da 30 marzo (data di entrata in vigore del decreto) è necessario inviare, preventivamente, una comunicazione al Ministero delle imprese e del Made in Italy (Mimit).

Le comunicazioni devono essere inviate in modalità telematica, utilizzando il modello previsto dal decreto direttoriale del 6 ottobre 2021, che dovrà essere opportunamente aggiornato.
Le compensazioni dei crediti residui relativi all’anno 2023 e dei crediti 2024 sono, nei fatti, sospese fino all’approvazione delle nuove procedure telematiche.
L’obbligo comunicativo, che fino a questo momento aveva funzione meramente informativa, con il D.L. 39 del 30 marzo 2024, diventa un requisito necessario per poter operare la compensazione.

Per informazioni è possibile rivolgersi agli uffici fiscali di CNA Grosseto

Menu Accessibilità