leggi tutti i risulati

Generic selectors
Cerca risultato esatto
Cerca nel titolo
Cerca nei contenuti
Post Type Selectors
Filter by Categories
Ambiente e Sicurezza
ASSOCIARSI A CNA
CAF Imprese CNA
Chi siamo
CNA Alimentare
CNA Artistico Tradizionale
CNA Balneatori
CNA Benessere e Sanità
CNA Comunicazione e Terziario avanzato
CNA Costruzioni
CNA Federmoda
CNA FITA
CNA Installazione e Impianti
CNA Pensionati
CNA Produzione
CNA Professioni
CNA Servizi alla Comunità
CNA Servizi Cooperativa
CNA Toscana Informa
CNA Turismo e Commercio
CNAServizi_Slider
Contributi
Convenzioni CNA
Costituzione di impresa
Credito
Fiscale/Tributario
Formazione
Giovani Imprenditori
IL MONDO CNA
Il Sistema CNA Grosseto
Impresa Donna
L'ASSOCIAZIONE
L'INFORMAZIONE DI CNA
News
News informativa CNA
NewsOld
news_home
Organismi Dirigenti
Organismi territoriali
Patronato EPASA-ITACO
Perchè associarsi
Previdenza-Assistenza-Consulenza del lavoro
RAGGRUPPAMENTI E COMITATI
Senza categoria
SERVIZI
SNO-CNA
UNIONI DI MESTIERE

Codice degli appalti: servono modifiche su suddivisione in lotti, sub appalto e consorzi

Codice degli appalti: servono modifiche su suddivisione in lotti, sub appalto e consorzi

Cna, l’associazione degli artigiani e della piccola e media impresa, condivide i principi del nuovo Codice degli appalti, ma propone alcune modifiche al decreto legislativo che è all’esame del Parlamento. “Si tratta di proposte pensate per garantire – dichiara Anna Rita Bramerini, direttore di Cna Grosseto – una effettiva e concreta apertura del mercato degli appalti pubblici alle micro e piccole imprese e che sono state presentate da Cna insieme ad altre associazioni di categoria nel corso dell’audizione con la Commissione ambiente della Camera”.

Regole chiare, stabili nel tempo e di facile applicazione: ecco quanto, in estrema sintesi, è stato chiesto al Parlamento, per tutelare le micro e piccole imprese che sono la spina dorsale del sistema economico italiano.
Nel dettaglio, è necessario intervenire su alcuni meccanismi e disposizioni del nuovo Codice, per favorire la partecipazione alle gare di appalto delle piccole imprese: suddivisione in lotti, regole sul subappalto e consorzi di imprese artigiane.

Serve introdurre vincoli nei confronti delle stazioni appaltanti per assicurare la suddivisione degli appalti in lotti funzionali e prestazionali e valorizzare la prossimità delle imprese. “È opportuno poi – aggiunge Bramerini –  reintrodurre limiti al ricorso al subappalto, almeno nell’ambito del sotto-soglia, con particolare riferimento agli appalti di minor valore, poiché obbligano l’impresa appaltatrice ad avere al proprio interno le risorse necessarie”.

Anche la norma sui consorzi richiede una modifica: in particolare i consorzi di imprese artigiane non possono essere assimilati ai consorzi stabili.

“Apprezzabile la proposta di revisione e semplificazione del sistema di qualificazione degli operatori economici – aggiunge Cna – mentre siamo contrari all’estensione dell’attestazione Soa anche ai settori di forniture e servizi”.

Pur riconoscendo, quindi, lo sforzo di razionalizzazione e semplificazione della normativa, Cna ha indicato in Commissione che sarebbe necessario, prima dell’entrata in vigore del testo, un confronto con le stazioni appaltanti e gli operatori del mercato, che non c’è stato in fase di redazione.

“Inoltre, le novità previste nel Codice avranno bisogno di tempo per essere assimilate”, ricorda Bramerini. “Sia per gli operatori economici che per il personale delle stazioni appaltanti sarà fondamentale prevedere un periodo di formazione e contenere gli effetti del negativi di un repentino cambio normativo: per questo, anche per non rallentare l’attuazione degli investimenti del Pnrr, crediamo che sarebbe opportuno che l’entrata in vigore del nuovo Codice non avvenisse prima della fine del 2023”.

Share



Pubblicato da: CNAGROSSETO.IT

CNA Associazione Territoriale di Grosseto

Via Birmania, 96
58100 Grosseto (GR) - Italia
Codice fiscale
80004920536

Tel. 0564 4711 - Fax 0564 457393

e-mail: associazione@cna-gr.it