Generic selectors
Cerca risultato esatto
Cerca nel titolo
Cerca nei contenuti
Post Type Selectors
Filter by Categories
Ambiente e Sicurezza
ASSOCIARSI A CNA
CAF Imprese CNA
Chi siamo
CNA Alimentare
CNA Artistico Tradizionale
CNA Balneatori
CNA Benessere e Sanità
CNA Comunicazione e Terziario avanzato
CNA Costruzioni
CNA Federmoda
CNA FITA
CNA Installazione e Impianti
CNA Pensionati
CNA Produzione
CNA Professioni
CNA Servizi alla Comunità
CNA Servizi Cooperativa
CNA Toscana Informa
CNA Turismo e Commercio
CNAServizi_Slider
Contributi
Convenzioni CNA
Costituzione di impresa
Credito
Fiscale/Tributario
Formazione
Giovani Imprenditori
IL MONDO CNA
Il Sistema CNA Grosseto
Impresa Donna
L'ASSOCIAZIONE
L'INFORMAZIONE DI CNA
News
News informativa CNA
NewsOld
news_home
Organismi Dirigenti
Organismi territoriali
Patronato EPASA-ITACO
Perchè associarsi
Previdenza-Assistenza-Consulenza del lavoro
RAGGRUPPAMENTI E COMITATI
Senza categoria
SERVIZI
SNO-CNA
UNIONI DI MESTIERE

Bonus edilizi e cessione dei crediti: servono criteri oggettivi per definire la corresponsabilità dei concessionari

Bonus edilizi e cessione dei crediti: servono criteri oggettivi per definire la corresponsabilità dei concessionari
Share

Accanto alla nuova norma che sblocca la cessione dei crediti legati a bonus dell’edilizia, serve una nuova circolare dell’Agenzia delle entrate, che riveda il provvedimento emanato a giugno. Lo chiede CNA, che ribadisce che la corresponsabilità dei concessionari, circoscritta soltanto a casi di dolo e colpa grave, deve essere accompagnata da criteri oggettivi e chiari. “La nuova circolare – spiega il presidente degli Edili di CNA Grosseto, Francesco Vichi – dovrà eliminare l’obbligo per i concessionari di effettuare indagini basate sulla valutazione di indici soggettivi”. La circolare di giugno, infatti, prevedeva una serie di criteri soggettivi, come incoerenza reddituale e patrimoniale tra il valore e l’oggetto dei lavori asseritamente eseguiti e il profilo dei committenti beneficiari delle agevolazioni in esame; sproporzione tra l’ammontare dei crediti ceduti ed il valore dell’unità immobiliare; incoerenza tra il valore del credito ceduto e il profilo finanziario e patrimoniale del soggetto cedente il credito qualora non primo beneficiario della detrazione.

“Crediamo che la definizione di colpa grave – aggiunge Vichi – debba far riferimento a comportamenti e non all’interpretazione delle norme. Chiediamo, quindi, che nella nuova circolare rimangano solo due criteri: assenza di documentazione o palese contraddittorietà rispetto al riscontro documentale prodotto; anomalie nelle condizioni economiche applicate in sede di cessione dei crediti”. Solo così, secondo CNA, la nuova norma approvata nel decreto legge “Aiuti” bis potrà essere la risposta risolutiva al grave problema del blocco dei crediti, che coinvolge decine di migliaia di imprese.




Pubblicato da: CNAGROSSETO.IT

CNA Associazione Territoriale di Grosseto

Via Birmania, 96
58100 Grosseto (GR) - Italia
Codice fiscale
80004920536

Tel. 0564 4711 - Fax 0564 457393

e-mail: associazione@cna-gr.it