Generic selectors
Cerca risultato esatto
Cerca nel titolo
Cerca nei contenuti
Post Type Selectors
Filter by Categories
Ambiente e Sicurezza
ASSOCIARSI A CNA
CAF Imprese CNA
Chi siamo
CNA Alimentare
CNA Artistico Tradizionale
CNA Balneatori
CNA Benessere e Sanità
CNA Comunicazione e Terziario avanzato
CNA Costruzioni
CNA Federmoda
CNA FITA
CNA Installazione e Impianti
CNA Pensionati
CNA Produzione
CNA Professioni
CNA Servizi alla Comunità
CNA Servizi Cooperativa
CNA Toscana Informa
CNA Turismo e Commercio
CNAServizi_Slider
Contributi
Convenzioni CNA
Costituzione di impresa
Credito
Fiscale/Tributario
Formazione
Giovani Imprenditori
IL MONDO CNA
Il Sistema CNA Grosseto
Impresa Donna
L'ASSOCIAZIONE
L'INFORMAZIONE DI CNA
News
News informativa CNA
NewsOld
news_home
Organismi Dirigenti
Organismi territoriali
Patronato EPASA-ITACO
Perchè associarsi
Previdenza-Assistenza-Consulenza del lavoro
RAGGRUPPAMENTI E COMITATI
Senza categoria
SERVIZI
SNO-CNA
UNIONI DI MESTIERE

Fine dello stato di emergenza: il nuovo decreto

Fine dello stato di emergenza: il nuovo decreto
Share

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto “Disposizioni urgenti per il superamento delle misure di contrasto alla diffusione dell’epidemia da COVID-19, in conseguenza della cessazione dello stato di emergenza”.

Nel decreto, in vigore dal 25 marzo 2022, si stabilisce che il 31 marzo cesserà lo stato di emergenza. Ecco nel dettaglio cosa si stabilisce:

Obbligo di mascherine: viene reiterato fino al 30 aprile l’obbligo di mascherine ffp2 negli ambienti al chiuso, come i mezzi di trasporto e i luoghi dove si tengono spettacoli aperti al pubblico. Nei luoghi di lavoro sarà invece sufficiente indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie;
Finisce il sistema delle “zone” colorate, in base all’andamento dei contagi;
Capienze impianti sportivi: ritorno al 100% all’aperto e al chiuso dal 1° aprile;
Protocolli e linee guida: verranno adottati eventuali protocolli e linee guida con ordinanza del Ministro della salute.

Per quanto riguarda il Green pass sul luogo di lavoro:

  • viene inserito un nuovo articolo (art. 4 ter.2) dedicato al personale docente ed educativo della scuola per il quale continua ad essere vigente l’obbligo vaccinale fino al 15 giugno 2022; per questi la vaccinazione costituisce requisito essenziale per lo svolgimento delle attività didattiche a contatto con gli alunni;
  • viene confermata la proroga del green pass “base” fino al 30 aprile 2022;
  • viene confermato che, per i cittadini “over 50″, decade l’obbligo di Green pass rafforzato” per accedere nei luoghi di lavoro. Questa disposizione entra in vigore da subito. Anche per questi lavoratori (come per il personale della scuola, personale della difesa, sicurezza, soccorso pubblico, polizia locale, servizi segreti e polizia penitenziaria) sarà sufficiente l’esibizione del Green pass “base” fino al 1° maggio, data in cui decadrà anche questo obbligo. Quindi dal 1° aprile sarà possibile per tutti, compresi gli over 50, accedere ai luoghi di lavoro con il Green pass.

Fino al 31 dicembre 2022 resta l’obbligo vaccinale con la sospensione dal lavoro per chi esercita professioni sanitarie e per i lavoratori degli ospedali e delle Rsa; fino alla stessa data rimane il Green pass per visitatori di Rsa, hospice e reparti di degenza degli ospedali.

Con riferimento al lavoro agile è confermato lo slittamento dello smart working semplificato fino al 30 giugno 2022.

Salute e Sicurezza

Con riferimento agli argomenti della sicurezza si segnala la proroga al 30 giugno 2022 della sorveglianza sanitaria semplificata (punto 1 dell’allegato B).

Dal 1° al 30 aprile 2022 Green pass base in ristoranti e bar al chiuso: si può entrare con il tampone. L’articolo 6, comma 2, del DL 24/2022 stabilisce che per l’ingresso in ristoranti, bar e servizi di ristorazione al chiuso dal 1 al 30 aprile 2022 è sufficiente il green pass base, che si ottiene se vaccinati, guariti o con un tampone negativo al Covid: dopo il 31 marzo non serve più il Super green pass (detto anche “rafforzato”).

Dal 1 aprile si può andare al ristorante e al bar e consumare nei tavoli all’aperto, senza Green pass. Da questa data decadono, infatti, le restrizioni per i tavoli all’esterno. Fino al 31 marzo serve il certificato verde rafforzato anche se si consuma fuori.

Il nuovo decreto riaperture 2022, sempre al comma 2 dell’articolo 6, specifica le regole per chi consuma in piedi. In particolare viene chiarito che fino al 30 aprile non si può consumare al bancone del bar e del ristorante senza Green pass base: serve almeno un tampone per bere un caffè al banco.

L’obbligo di certificato verde base viene infatti previsto, come si legge nel testo del provvedimento, per “i servizi di ristorazione svolti al banco o al tavolo, al chiuso, da qualsiasi esercizio, ad eccezione dei servizi di ristorazione all’interno di alberghi e di altre strutture ricettive riservati esclusivamente ai clienti ivi alloggiati”. Alle persone, quindi, ospiti in una struttura ricettiva non è richiesto il green pass per usufruire dei servizi di ristorazione al chiuso. Per il soggiorno infatti non serve il certificato verde dal 1 aprile in poi. I clienti che arrivano invece dall’esterno e non pernottano in albergo fino al 30 aprile devono mostrare il certificato verde base per sedersi ai tavoli interni.




Pubblicato da: CNAGROSSETO.IT

CNA Associazione Territoriale di Grosseto

Via Birmania, 96
58100 Grosseto (GR) - Italia
Codice fiscale
80004920536

Tel. 0564 4711 - Fax 0564 457393

e-mail: associazione@cna-gr.it