Generic selectors
Cerca risultato esatto
Cerca nel titolo
Cerca nei contenuti
Cerca negli articoli
Cerca nelle pagine
Filter by Categories
Ambiente e Sicurezza
ASSOCIARSI A CNA
CAF Imprese CNA
Chi siamo
CNA Alimentare
CNA Artistico Tradizionale
CNA Balneatori
CNA Benessere e Sanità
CNA Comunicazione e Terziario avanzato
CNA Costruzioni
CNA Federmoda
CNA FITA
CNA Installazione e Impianti
CNA Pensionati
CNA Produzione
CNA Professioni
CNA Servizi alla Comunità
CNA Servizi Cooperativa
CNA Toscana Informa
CNA Turismo e Commercio
CNAServizi_Slider
Contributi
Convenzioni CNA
Costituzione di impresa
Credito
Fiscale/Tributario
Formazione
Giovani Imprenditori
IL MONDO CNA
Il Sistema CNA Grosseto
Impresa Donna
L'ASSOCIAZIONE
L'INFORMAZIONE DI CNA
News
News informativa CNA
NewsOld
news_home
Organismi Dirigenti
Organismi territoriali
Patronato EPASA-ITACO
Previdenza-Assistenza-Consulenza del lavoro
RAGGRUPPAMENTI E COMITATI
Senza categoria
SERVIZI
SNO-CNA
UNIONI DI MESTIERE

Con il decreto “Agosto” rinvio delle scadenze fiscali e proroga della Cig

Con il decreto “Agosto” rinvio delle scadenze fiscali e proroga della Cig
Share

Rinvio delle scadenze di versamenti tributari e contributivi sospesi nella fase di emergenza, con possibilità di rateizzare il debito fiscale su un orizzonte temporale tale da assicurare che per il 2020 si riduca sensibilmente l’onere sui contribuenti in difficoltà. Ulteriore differimento dei termini per la ripresa della riscossione. Nuovo calendario dei versamenti fiscali, per superare il meccanismo di acconti e saldi a favore di un sistema basato sulla diluizione nel corso dell’anno degli importi da versare, calcolati in base a quanto effettivamente incassato. Sono alcuni degli interventi, anticipati dal Ministro Gualtieri in audizione, che dovrebbero trovare spazio nel decreto di agosto. Prevista anche la proroga di 18 settimane della cassa integrazione, incentivi alle assunzioni a tempo indeterminato, una deroga alle norme sui contratti a termine e la proroga delle procedure semplificate per il ricorso allo smart working nel settore privato.

Le misure sul lavoro

Una parte del finanziamento in deficit dovrebbe essere destinato ad una serie di misure riguardanti il lavoro. Dovrebbe essere previsto uno sgravio contributivo per le nuove assunzioni a tempo indeterminato. Lo sgravio dovrebbe azzerare del tutto i contributi dovuti. Una misura analoga dovrebbe essere prevista per quelle imprese che rinunciano alla cassa integrazione richiamando in servizio i lavoratori.

Dovrebbe essere rifinanziata per 18 settimane la cassa integrazione, ma questa volta con un meccanismo selettivo. In passato, infatti, hanno beneficiato della misura anche alcune aziende che non hanno registrato alcun calo di fatturato.

Contratti a termine e apprendistato, proroga automatica: quando e come si applica

Il decreto Rilancio, come modificato dalla legge di conversione, obbliga i datori di lavoro a prorogare il termine dei contratti a tempo determinato, anche in somministrazione, e dei rapporti di apprendistato di primo livello e di alta formazione attivi al 18 luglio 2020 per il periodo di sospensione dell’attività lavorativa in ragione delle misure di emergenza epidemiologica da Covid-19. Il Ministero del lavoro, con una FAQ dello scorso 27 luglio, fa rientrare nella sospensione non solo i periodi di fruizione di un ammortizzatore sociale Covid-19 ma anche periodi di “inattività del lavoratore” portando l’esempio della “fruizione di ferie”. Ma nella durata della proroga obbligatoria vanno considerati anche gli altri istituti emergenziali che sospendono la prestazione lavorati.

Contratti a termine e apprendistato: in cosa consiste la proroga automatica

Sono due le caratteristiche fondamentali della proroga automatica pervista dal decreto Rilancio, come modificato dalla legge di conversione. Nel dettaglio:

– il rapporto di lavoro deve essere attivo alla data 18 luglio 2020 (data di pubblicazione della legge n. 77/2020)

– dal 23 febbraio 2020 vi deve essere stato, in capo al lavoratore, uno o più periodi di sospensione dell’attività lavorativa, in ragione delle misure di emergenza epidemiologica da Covid-19.

Detta sospensione dovrà essere “recuperata” al termine del contratto di lavoro, andando a prorogare, della medesima misura, il rapporto stesso.

Questo è quanto previsto sinteticamente dal comma 1-bis, che lascia spazio a molti interrogativi per i quali ancora attendiamo risposte da parte del Ministero del Lavoro. Unico intervento interpretativo è una FAQ pubblicata sul sito istituzionale, che evidenzia solo alcuni punti della regola.

Comunicazioni del datore di lavoro

La FAQ termina evidenziando le modalità comunicative della proroga obbligatoria. In pratica, il datore di lavoro dovrà sommare i vari periodi di sospensione dell’attività lavorativa e procedere alla comunicazione obbligatoria di proroga, al Centro per l’Impiego, per un periodo corrispondente.

Per ulteriori informazioni è possibile inviare un’email a: g.cini@cna-gr.it

 

 




Pubblicato da: CNAGROSSETO.IT

CNA Associazione Territoriale di Grosseto

Via Birmania, 96
58100 Grosseto (GR) - Italia
Codice fiscale
80004920536

Tel. 0564 4711 - Fax 0564 457393

e-mail: associazione@cna-gr.it