Generic selectors
Cerca risultato esatto
Cerca nel titolo
Cerca nei contenuti
Cerca negli articoli
Cerca nelle pagine
Filter by Categories
Ambiente e Sicurezza
ASSOCIARSI A CNA
CAF Imprese CNA
Chi siamo
CNA Alimentare
CNA Artistico Tradizionale
CNA Balneatori
CNA Benessere e Sanità
CNA Comunicazione e Terziario avanzato
CNA Costruzioni
CNA Federmoda
CNA FITA
CNA Installazione e Impianti
CNA Pensionati
CNA Produzione
CNA Professioni
CNA Servizi alla Comunità
CNA Servizi Cooperativa
CNA Toscana Informa
CNA Turismo e Commercio
CNAServizi_Slider
Contributi
Convenzioni CNA
Costituzione di impresa
Credito
Fiscale/Tributario
Formazione
Giovani Imprenditori
IL MONDO CNA
Il Sistema CNA Grosseto
Impresa Donna
L'ASSOCIAZIONE
L'INFORMAZIONE DI CNA
News
News informativa CNA
NewsOld
news_home
Organismi Dirigenti
Organismi territoriali
Patronato EPASA-ITACO
Previdenza-Assistenza-Consulenza del lavoro
RAGGRUPPAMENTI E COMITATI
Senza categoria
SERVIZI
SNO-CNA
UNIONI DI MESTIERE

Ritenute e compensazioni in appalti: ecco le nuove regole

Ritenute e compensazioni in appalti: ecco le nuove regole
Share

Nuove regole in materia di ritenute e compensazioni in appalti.

I soggetti che rivestono la qualifica di sostituti di imposta, residenti nel territorio dello Stato, che affidano il compimento di uno o più opere o di uno o più servizi di importo complessivo annuo superiore a 200mila euro a una impresa, tramite contratti di appalto, subappalto, affidamento a soggetti consorziati, caratterizzati da prevalente utilizzo di manodopera, sono tenuti a richiedere all’impresa appaltatrice, subappaltatrice, o affidataria, copia delle deleghe di pagamento relative al versamento delle ritenute dei lavoratori direttamente impiegati nell’esecuzione dell’opera o del servizio.

Alle deleghe di pagamento deve essere allegato un elenco nominativo di tutti i lavoratori impiegati nell’esecuzione dell’opera o del servizio, con il dettaglio delle ore di lavoro prestate, l’ammontare delle retribuzioni corrisposte e delle ritenute eseguite. Il mancato invio di tale documentazione, nei termini previsti dalla norma, comporta la sospensione dei pagamenti da parte del committente a favore dell’appaltatore e sino a concorrenza del 20% del valore complessivo dell’opera o del servizio.

Per essere sottoposti a queste regole occorre che l’impresa appaltatrice, subappaltatrice, affidataria, apporti in maniera prevalente manodopera presso la sede del committente, e utilizzi beni strumentali di proprietà di quest’ultimo, o a esso riconducibili in qualunque forma.

L’applicazione della norma è esclusa qualora l’impresa appaltatrice, affidataria, subappaltatrice, comunichi al committente, con apposita certificazione rilasciata dall’Agenzia delle Entrate, la sussistenza dei seguenti requisiti:

  • essere in attività da almeno tre anni;
  • essere in regola con gli obblighi dichiarativi;
  • aver eseguito nell’ultimo triennio complessivi versamenti registrati nel conto fiscale, per un importo non inferiore al 10% dell’ammontare dei ricavi o compensi risultanti dalle dichiarazioni presentate in tale periodo.

 

 

 

 

 




Pubblicato da: CNAGROSSETO.IT

CNA Associazione Territoriale di Grosseto

Via Birmania, 96
58100 Grosseto (GR) - Italia
Codice fiscale
80004920536

Tel. 0564 4711 - Fax 0564 457393

e-mail: associazione@cna-gr.it