Generic selectors
Cerca risultato esatto
Cerca nel titolo
Cerca nei contenuti
Cerca negli articoli
Cerca nelle pagine
Filter by Categories
Ambiente e Sicurezza
ASSOCIARSI A CNA
CAF Imprese CNA
Chi siamo
CNA Alimentare
CNA Artistico Tradizionale
CNA Balneatori
CNA Benessere e Sanità
CNA Comunicazione e Terziario avanzato
CNA Costruzioni
CNA Federmoda
CNA FITA
CNA Installazione e Impianti
CNA Pensionati
CNA Produzione
CNA Professioni
CNA Servizi alla Comunità
CNA Servizi Cooperativa
CNA Toscana Informa
CNA Turismo e Commercio
CNAServizi_Slider
Contributi
Convenzioni CNA
Costituzione di impresa
Credito
Fiscale/Tributario
Formazione
Giovani Imprenditori
IL MONDO CNA
Il Sistema CNA Grosseto
Impresa Donna
L'ASSOCIAZIONE
L'INFORMAZIONE DI CNA
News
News informativa CNA
NewsOld
news_home
Organismi Dirigenti
Organismi territoriali
Patronato EPASA-ITACO
Previdenza-Assistenza-Consulenza del lavoro
RAGGRUPPAMENTI E COMITATI
Senza categoria
SERVIZI
SNO-CNA
UNIONI DI MESTIERE

“La Terra dei Fuochi non l’hanno creata i barbieri” (e non e’ con il Sistri che si combattono le ecomafie)

Share
il comunicato
 
“La Terra dei Fuochi non l’hanno creata i barbieri”
(e non è con il Sistri che si combattono le ecomafie)
Esprimiamo la nostra piena soddisfazione per la scelta che ha visto la commissione Ambiente della Camera, presieduta dall’onorevole Ermete Realacci, chiedere al governo un pronunciamento risolutivo sul Sistri: prorogandone intanto le scadenze e disponendo la sospensione delle sanzioni.

Chiamata a fornire un parere sul decreto Milleproroghe, la commissione ha rilevato come “l’operatività del Sistri stia determinando pesanti conseguenze sulle imprese in termini di costi, difficoltà e rallentamenti insostenibili nella gestione dei rifiuti, determinando il rischio di una totale paralisi dello smaltimento”, con il rischio di pesanti ricadute sulla stessa tutela dell’ambiente.

Sulla base di una tale presa d’atto ha chiesto – facendo proprie le richieste avanzate dalle organizzazioni imprenditoriali ed in primis da CNA – l’introduzione di “una proroga dal 3 marzo 2014 al 1° gennaio 2015 dell’operatività del Sistri prevista per i produttori di rifiuti”.
Quanto sopra, “al fine di verificare anche i risultati dell’impatto economico e organizzativo sulle imprese che già sono obbligate ad aderire al Sistri e di risolvere le persistenti disfunzioni e le problematicità del sistema, evitando di provocare ulteriori danni al mondo imprenditoriale italiano”.

La stessa commissione Ambiente della Camera, infine, ha invitato il governo a prorogare la sospensione delle sanzioni Sistri fino al 30 giugno, mantenendo gli obblighi cartacei che già garantiscono la tracciabilità dei rifiuti gestiti dalle imprese.
Giunti a questo punto, ci auguriamo che le criticità tecnologiche e procedurali del Sistri – denunciate dalla CNA fin dalla sua istituzione (dicembre del 2009) – condivise e fatte proprie da un organo istituzionale come la commissione Ambiente di Montecitorio, possano essere condivise e fatte proprie dal nuovo governo.  

La Terra dei Fuochi, infatti, non l’hanno creata i barbieri; non è con il metodo Sistri che si combattono le ecomafie, ma con un sistema efficiente e soprattutto condiviso.
Un sistema nuovo, in grado di tutelare le imprese che operano correttamente e di offrire un presidio del territorio come contrasto ai veri inquinatori.

Renzo Alessandri
Direttore CNA Grosseto




Pubblicato da: CNAGROSSETO.IT

CNA Associazione Territoriale di Grosseto

Via Birmania, 96
58100 Grosseto (GR) - Italia
Codice fiscale
80004920536

Tel. 0564 4711 - Fax 0564 457393

e-mail: associazione@cna-gr.it