Generic selectors
Cerca risultato esatto
Cerca nel titolo
Cerca nei contenuti
Cerca negli articoli
Cerca nelle pagine
Filter by Categories
Ambiente e Sicurezza
ASSOCIARSI A CNA
CAF Imprese CNA
Chi siamo
CNA Alimentare
CNA Artistico Tradizionale
CNA Balneatori
CNA Benessere e Sanità
CNA Comunicazione e Terziario avanzato
CNA Costruzioni
CNA Federmoda
CNA FITA
CNA Installazione e Impianti
CNA Pensionati
CNA Produzione
CNA Professioni
CNA Servizi alla Comunità
CNA Servizi Cooperativa
CNA Toscana Informa
CNA Turismo e Commercio
CNAServizi_Slider
Contributi
Convenzioni CNA
Costituzione di impresa
Credito
Fiscale/Tributario
Formazione
Giovani Imprenditori
IL MONDO CNA
Impresa Donna
L'ASSOCIAZIONE
L'INFORMAZIONE DI CNA
News
News informativa CNA
NewsOld
news_home
Organismi Dirigenti
Organismi territoriali
Patronato EPASA-ITACO
Previdenza-Assistenza-Consulenza del lavoro
RAGGRUPPAMENTI E COMITATI
Senza categoria
SERVIZI
SNO-CNA
UNIONI DI MESTIERE

Corrispettivi elettronici: dal 1 luglio scatta l’obbligo

Corrispettivi elettronici: dal 1 luglio scatta l’obbligo
Share

Da lunedì 1 luglio scatta l’obbligo per tutte le aziende che superano i 400mila euro di volume d’affari nel 2018 (e che certificano le operazioni ai fini Iva mediante emissione di scontrino e/o ricevuta fiscale) di inviare telematicamente i corrispettivi giornalieri.

La trasmissione deve avvenire tramite un Registratore Telematico, conforme alla normativa ed abbinato alla partita Iva dell’impresa tramite procedura, sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate. Per tutti gli altri soggetti passivi Iva (quindi a prescindere dalla misura del volume d’affari conseguito) l’obbligo generalizzato scatterà dal prossimo 1 gennaio 2020.

Ciò nonostante nelle scorse settimane la CNA ha sollevato forti preoccupazioni per i tempi ristretti a disposizione delle piccole imprese per adeguarsi alle nuove regole che mal si coordinano con le disposizioni IVA afferenti all’emissione di ricevute/scontrini fiscali e alla conseguente registrazione dei corrispettivi. In tali occasioni la CNA, attraverso RETE Imprese Italia, ha chiesto: di elevare il limite di fatturato oltre il quale sorge l’obbligo di trasmissione, proprio per esonerare le piccole imprese dall’avvio immediato ed avviare cosi un semestre di sperimentazione sulle imprese più strutturate; esonerare a regime le imprese che aderiscono al regime forfetario; esonerare le imprese che lavorano presso la sede dei clienti.

Si tratta, peraltro, di un quadro normativo ancora in via di definizione. E’ stato, infatti, precisato che sono in fase di emanazione due decreti ministeriali relativi alla trasmissione telematica dei corrispettivi tramite il sistema Tessera Sanitaria e quello relativo alle zone senza connessione internet. Ancora è all’esame la lotteria dei corrispettivi che, introdotta con la legge n. 232/2016, sarebbe dovuta partire, in via sperimentale, già dal 2017 e poi rinviata più volte fino alla previsione con il decreto fiscale 2019 (art. 18 del D.L. n. 119/2018) dell’avvio a partire dal 1 gennaio 2020.

Contattando i nostri uffici si possono avere maggiori informazioni e un servizio di consulenza sull’argomento. E’ possibile anche chiamare lo 0564.4711.




Pubblicato da: CNAGROSSETO.IT

CNA Associazione Territoriale di Grosseto

Via Birmania, 96
58100 Grosseto (GR) - Italia
Codice fiscale
80004920536

Tel. 0564 4711 - Fax 0564 457393

e-mail: associazione@cna-gr.it