Cerca risultato esatto
Cerca nel titolo
Cerca nei contenuti
Cerca negli articoli
Cerca nelle pagine
Filter by Categories
Ambiente e Sicurezza
ASSOCIARSI A CNA
CNA Alimentare
CNA Artistico Tradizionale
CNA Benessere e Sanità
CNA Comunicazione e Terziario avanzato
CNA Costruzioni
CNA Federmoda
CNA FITA
CNA Installazione e Impianti
CNA Pensionati
CNA Produzione
CNA Professioni
CNA Servizi alla Comunità
CNA Servizi Cooperativa
CNAServizi_Slider
Contributi
Convenzioni CNA
Costituzione di impresa
Credito
Giovani Imprenditori
IL MONDO CNA
Impresa Donna
L'ASSOCIAZIONE
News
NewsOld
news_home
Organismi Dirigenti
Patronato EPASA-ITACO
Previdenza-Assistenza-Consulenza del lavoro
RAGGRUPPAMENTI E COMITATI
Senza categoria
SERVIZI
SNO-CNA
UNIONI DI MESTIERE

R.E TE. Imprese Grosseto: Anno 2013: la ripresa una speranza e le tasse una certezza

Il comunicato stampa.

Anno 2013: la ripresa una speranza e le tasse una certezza.

E’ un processo a cascata, a livello nazionale si fa una legge e a livello locale si applica; sempre lo stesso il  risultato: quello di far pagare di più.
In barba al federalismo fiscale e alla retorica che ha accompagnato il suo divenire.
Le aspettative di una riduzione del prelievo nazionale a vantaggio di quello locali sono rimaste tali, con un prelievo decentrato (regionale, provinciale e comunale) che si è sovrapposto a quello previgente che per giunta ha continuato ad incrementarsi fino a raggiungere la quota – solo nominale – del 45,2%  mentre quella reale,vergognosa, in alcuni casi, si avvicina al 68%!

Ultimo episodio di questa infinita “telenovela” è intitolato alla neonata tassa sui rifiuti e servizi (Tares), l’imposta che dal primo gennaio di quest’anno ha sostituito – a seconda dei casi – Tia e/o Tarsu assorbendo, per giunta, il costo di quei servizi (cosiddetti indivisibili) non più coperti da finanziamento statale (illuminazione pubblica, manutenzione delle strade, igiene ambientale, polizia locale, verde pubblico ecc.).
La platea dei contribuenti sarà più ampia (proprietari e inquilini di abitazioni ma anche di negozi uffici e laboratori: la norma è rivolta a “chiunque possieda, occupi e detenga a qualsiasi titolo locali o aree scoperte, a qualsiasi uso adibite, suscettibili di produrre rifiuti urbani”) e maggiori saranno i costi, mentre la ripartizione di questi tra imprese e famiglie rischia di innescare l’ennesima guerra tra poveri.
Se la famiglie hanno visto progressivamente scendere le loro capacità di reddito, le imprese non sono certo da meno.
Queste ultime, peraltro, vivono il paradosso del pagamento di un servizio  – i cui costi saranno ora coperti al 100% – che il più delle volte non viene neppure reso: la  quasi  totalità dei  rifiuti prodotti viene infatti smaltita, onerosamente e per il tramite di operatori autorizzati.
Se nell’anno che si è appena chiuso ha tenuto banco l’Imu, nel 2013 il ruolo da protagonista potrebbe essere assunto dalla Tares.
Molte sono le analogie tra i due tributi: il costo elevatissimo, il pagamento previsto in più soluzioni con conguaglio fissato a fine anno, il forte incremento rispetto alla tassa o alla tariffa previgente.
Tutto questo mentre artigianato e commercio vivono una crisi senza precedenti e gli interventi a sostegno delle imprese “brillano” per la loro inconsistenza.
Di conseguenza, Rete Imprese Grosseto, chiederà a tutti i comuni della provincia, a partire dal capoluogo di usare, nell’applicazione  di un balzello che (come sempre) scarica sulle nostre tasche le inefficienze e gli sprechi dello stato centrale, la massima attenzione.

Notizie in nostro possesso ci dicono che i Comuni hanno margini di intervento, che possono modulare la tariffa e intervenire anche con proprie risorse.
Cercheremo quindi di spiegare agli amministratori interessati, in primo luogo agli assessori Borghi e Tei (bilancio e ambiente del Comune di Grosseto)  che la Tares non sarà un problema solo per le famiglie e che la scelta di gravare più o meno pesantemente sulle tasche delle imprese sarà solo il frutto di una scelta politica.
Ci confronteremo subito dopo, mobilitando i nostri Comitati comunali, con tutti gli altri Sindaci della provincia.

Gabriele Fusini
Presidente Rete Imprese Grosseto




Pubblicato da: CNAGROSSETO.IT

CNA Associazione Territoriale di Grosseto

Via Birmania, 96
58100 Grosseto (GR) - Italia
Codice fiscale
80004920536

Tel. 0564 4711 - Fax 0564 457393

e-mail: associazione@cna-gr.it