Generic selectors
Cerca risultato esatto
Cerca nel titolo
Cerca nei contenuti
Cerca negli articoli
Cerca nelle pagine
Filter by Categories
Ambiente e Sicurezza
ASSOCIARSI A CNA
CAF Imprese CNA
Chi siamo
CNA Alimentare
CNA Artistico Tradizionale
CNA Balneatori
CNA Benessere e Sanità
CNA Comunicazione e Terziario avanzato
CNA Costruzioni
CNA Federmoda
CNA FITA
CNA Installazione e Impianti
CNA Pensionati
CNA Produzione
CNA Professioni
CNA Servizi alla Comunità
CNA Servizi Cooperativa
CNA Toscana Informa
CNA Turismo e Commercio
CNAServizi_Slider
Contributi
Convenzioni CNA
Costituzione di impresa
Credito
Fiscale/Tributario
Formazione
Giovani Imprenditori
IL MONDO CNA
Impresa Donna
L'ASSOCIAZIONE
L'INFORMAZIONE DI CNA
News
News informativa CNA
NewsOld
news_home
Organismi Dirigenti
Organismi territoriali
Patronato EPASA-ITACO
Previdenza-Assistenza-Consulenza del lavoro
RAGGRUPPAMENTI E COMITATI
Senza categoria
SERVIZI
SNO-CNA
UNIONI DI MESTIERE

Alluvione: CNA Grosseto chiede il “gioco di squadra”

Share
Alluvione novembre 2012:
è necessario che a “cantare” sia un’unica voce
 
 Il rischio da evitare è che gli eventi alluvionali che hanno avuto il loro apice tra il 10 e il 12 novembre e che – come dimostrano le reiterate allerta meteo – sono ancora in atto, finiscano per essere derubricati a problema prevalentemente locale.
L’emergenza della Maremma, infatti, oltre ad essere pressoché scomparsa dai servizi televisivi e dalle pagine nazionali dei quotidiani  registra, anche nell’iniziativa degli attori locali, una preoccupante e inspiegabile frammentazione.
Dopo la riunione del 21 novembre scorso
– quella che vide tutte le associazioni imprenditoriali e cooperative sottoscrivere insieme alla Provincia ed alla Camera di Commercio una serie di richieste comuni – il “gioco di squadra” si è decisamente appannato.
I parlamentari agiscono senza coordinarsi minimamente tra di loro: presentando interpellanze e emendamenti in Commissione agricoltura della Camera
– quasi che il problema fosse limitato al settore agricolo – o  appellandosi ai presidenti – del Consiglio e addirittura della Repubblica –.
La Regione e molti “palazzi” delle autonomie locali, dopo la richiesta dello stato di calamità, attendono tutto sommato inerti le decisioni del Governo nazionale.
Nel frattempo, nessuna delle richieste contenute nel documento suddetto – dalla proclamazione dello stato di calamità alla sospensione delle scadenze fiscali e contributive, dalla deroga al patto di stabilità alla moratoria sugli studi di settore – ha fatto un concreto passo avanti; anzi, i problemi incontrati dalle imprese (complice l’incertezza legata alle stesse procedure fiscali: a chi denunciare la distruzione della contabilità e la conseguente perdita dei documenti fiscali e contributivi e con quali modalità) tendono quotidianamente ad aggravarsi.
Noi stessi – associazioni di categoria – si rischia di rimanere vittime di questo schema: ogni settore produttivo fa la conta dei rispettivi danni e propone, in assenza di una regia o almeno di un  coordinamento, il proprio cahier de doléances.
E’ un modo di fare sbagliato, un approccio minimalista che non sortirà alcun risultato.
Dobbiamo recuperare una iniziativa comune, un’iniziativa che veda istituzioni, sindacati, associazioni, parlamentari, consiglieri e assessori regionali, forze politiche parlare a una sola e unica voce
Al di la delle appartenenze e delle barriere.
Le misure annunciate, per quanto importanti, non sono assolutamente sufficienti e Il rischio di un effetto “domino” sulle imprese
– messe a dura prova da una crisi durissima – potrebbe essere già in atto.  

Renzo Alessandri
Direttore CNA Grosseto 




Pubblicato da: CNAGROSSETO.IT

CNA Associazione Territoriale di Grosseto

Via Birmania, 96
58100 Grosseto (GR) - Italia
Codice fiscale
80004920536

Tel. 0564 4711 - Fax 0564 457393

e-mail: associazione@cna-gr.it