Generic selectors
Cerca risultato esatto
Cerca nel titolo
Cerca nei contenuti
Cerca negli articoli
Cerca nelle pagine
Filter by Categories
Ambiente e Sicurezza
ASSOCIARSI A CNA
CAF Imprese CNA
Chi siamo
CNA Alimentare
CNA Artistico Tradizionale
CNA Balneatori
CNA Benessere e Sanità
CNA Comunicazione e Terziario avanzato
CNA Costruzioni
CNA Federmoda
CNA FITA
CNA Installazione e Impianti
CNA Pensionati
CNA Produzione
CNA Professioni
CNA Servizi alla Comunità
CNA Servizi Cooperativa
CNA Toscana Informa
CNA Turismo e Commercio
CNAServizi_Slider
Contributi
Convenzioni CNA
Costituzione di impresa
Credito
Fiscale/Tributario
Formazione
Giovani Imprenditori
IL MONDO CNA
Impresa Donna
L'ASSOCIAZIONE
L'INFORMAZIONE DI CNA
News
News informativa CNA
NewsOld
news_home
Organismi Dirigenti
Organismi territoriali
Patronato EPASA-ITACO
Previdenza-Assistenza-Consulenza del lavoro
RAGGRUPPAMENTI E COMITATI
Senza categoria
SERVIZI
SNO-CNA
UNIONI DI MESTIERE

Fusini (Presidente CNA e Rete Imprese) chiede la sospensione del pagamento dei tributi

Share
Sta piovendo sul bagnato …..
Non bastavano le difficoltà e i problemi incontrati dalle imprese – in particolare da quelle più piccole – evidenziati dalla manifestazione del 5 ottobre.
Non bastavano le maggiori imposte decretate – nonostante gli appelli lanciati in occasione della manifestazione – da numerosi comuni e soprattutto dalla Regione (prendi uno e paghi cinque – 50 milioni di tagli e 250 di maggior prelievo -: questa la scelta fatta dal Governatore Rossi).
Non bastavano le preoccupazione già presenti e legate all'impossibilità di onorare, oltre alle scadenze correnti (fornitori, stipendi e contributi), l'acconto delle imposte, le addizionali e, soprattutto, una seconda rata Imu assai più salata di quella versata in acconto.
No, tutto questo non bastava e Giove Pluvio, con gli oltre 400 mm di precipitazioni cadute, in 36 ore, nel comprensorio più colpito – quello dell'Osa Albegna -, con un fiume di acqua e fango che ha abbattuto i ponti, ha inghiottito le strade e sommerso le aziende, ha fatto il resto.
In queste ore stiamo facendo una "prima conta": non tanto dei danni, questi potranno essere stimati solo dopo che le acqua si saranno ritratte. Al momento stiamo cercando di capire quante aziende – e dove – sono state sommerse, quante sono state danneggiate – e in che misura – oltre quando – le une e le altre – potranno tornare a produrre.
A tale "censimento", una volta ultimato, ne andrà poi aggiunto un secondo: quello relativo ai danni patiti dal sistema viario e infrastrutturale. Solo a quel punto, infatti, il sistema maremma potrà presentare il conto.
Nel frattempo a livello istituzionale, la Provincia e Comuni colpiti da quella che assume il carattere di una vera e propria catastrofe, chiedano senza indugio la dichiarazione di stato di calamità, una sospensione nel pagamento – incombente – dei contributi previdenziali, delle imposte erariali e dell'insieme dei tributi comunali.
Giove Pluvio non può essere gestito e possiamo solo sperare in bene; la leva fiscale e quella tributaria, però, sono nella nostra disponibilità.
Utilizziamole e risolviamo, al più presto, almeno uno dei problemi.

Gabriele Fusini
Presidente Rete Imprese Grosseto




Pubblicato da: CNAGROSSETO.IT

CNA Associazione Territoriale di Grosseto

Via Birmania, 96
58100 Grosseto (GR) - Italia
Codice fiscale
80004920536

Tel. 0564 4711 - Fax 0564 457393

e-mail: associazione@cna-gr.it