Cerca risultato esatto
Cerca nel titolo
Cerca nei contenuti
Cerca negli articoli
Cerca nelle pagine
Filter by Categories
Ambiente e Sicurezza
ASSOCIARSI A CNA
CNA Alimentare
CNA Artistico Tradizionale
CNA Benessere e Sanità
CNA Comunicazione e Terziario avanzato
CNA Costruzioni
CNA Federmoda
CNA FITA
CNA Installazione e Impianti
CNA Pensionati
CNA Produzione
CNA Professioni
CNA Servizi alla Comunità
CNA Servizi Cooperativa
CNAServizi_Slider
Contributi
Convenzioni CNA
Costituzione di impresa
Credito
Giovani Imprenditori
IL MONDO CNA
Impresa Donna
L'ASSOCIAZIONE
News
NewsOld
news_home
Organismi Dirigenti
Patronato EPASA-ITACO
Previdenza-Assistenza-Consulenza del lavoro
RAGGRUPPAMENTI E COMITATI
Senza categoria
SERVIZI
SNO-CNA
UNIONI DI MESTIERE

GESTIONE DEI RIFIUTI: LE NOVITA’ PER IL RESPONSABILE TECNICO

GESTIONE DEI RIFIUTI: LE NOVITA’ PER IL RESPONSABILE TECNICO

Dal 16 ottobre sono entrate in vigore le due delibere del Comitato Nazionale Albo Gestori Ambientali (n. 6 e 7 del 30 maggio 2017), che modificano i requisiti di capacità professionale, il titolo di studio e l’esperienza maturata dal responsabile tecnico delle imprese che svolgono la gestione dei rifiuti. Le disposizioni modificano anche i criteri e le modalità per lo svolgimento delle verifiche, sia iniziali che periodiche, che dovranno essere sostenute dai responsabili tecnici per dimostrare la loro capacità professionale.

Tra le novità e da segnalare, c’è la durata della qualifica che, a differenza del passato, sarà valida per cinque anni dalla data del superamento della verifica richiesta. Inoltre, la verifica di aggiornamento dell’idoneità potrà essere sostenuta un anno prima della scadenza del quinquennio di validità e interesserà non solo i nuovi responsabili tecnici, ma anche quelli che attualmente riconosciuti.
Le nuove disposizioni modificano quindi radicalmente i requisiti del responsabile tecnico e valgono per tutte le imprese iscritte nelle categorie ordinarie, dalla 1 sino alla 10, mentre sono escluse quelle iscritte nelle categorie semplificate ovvero la 2bis e la 3bis.

I nuovi requisiti del responsabile tecnico si differenziano in funzione delle categorie e classi di attività esercitate e i responsabili già nominati al 16 ottobre 2017, potranno continuare a svolgere le proprie attività in regime transitorio per cinque anni (cioè fino al 15/10/2022) anche per altre imprese iscritte o che si iscrivono nella stessa categoria, stessa classe o classi inferiori, con obbligo entro la nuova scadenza di sostenere la verifica di aggiornamento, verifica che potrà essere sostenuta dal 2 gennaio 2021.

Sono dispensati i legali rappresentanti che svolgono anche l’incarico di responsabile tecnico se viene dimostrata l’esperienza di 20 anni  nel settore di attività.

Sul sito dell’Albo Nazionale Gestori Ambientali è possibile prendere visione dei set completi dei quiz delle verifiche di idoneità per il responsabile tecnico (previsti dall’art. 13 comma 1del D.M. n.120/2014 e dall’art 2 della Delibera del Comitato Nazionale n. 6 del 30 maggio 2017)

L’Ufficio Ambiente & Sicurezza della CNA (tel. 0564/471217- r.santini@cna-gr.it ) è a disposizione per ulteriori informazioni.




Pubblicato da: CNAGROSSETO.IT

CNA Associazione Territoriale di Grosseto

Via Birmania, 96
58100 Grosseto (GR) - Italia
Codice fiscale
80004920536

Tel. 0564 4711 - Fax 0564 457393

e-mail: associazione@cna-gr.it