Generic selectors
Cerca risultato esatto
Cerca nel titolo
Cerca nei contenuti
Cerca negli articoli
Cerca nelle pagine
Filter by Categories
Ambiente e Sicurezza
ASSOCIARSI A CNA
CAF Imprese CNA
Chi siamo
CNA Alimentare
CNA Artistico Tradizionale
CNA Balneatori
CNA Benessere e Sanità
CNA Comunicazione e Terziario avanzato
CNA Costruzioni
CNA Federmoda
CNA FITA
CNA Installazione e Impianti
CNA Pensionati
CNA Produzione
CNA Professioni
CNA Servizi alla Comunità
CNA Servizi Cooperativa
CNA Toscana Informa
CNA Turismo e Commercio
CNAServizi_Slider
Contributi
Convenzioni CNA
Costituzione di impresa
Credito
Fiscale/Tributario
Formazione
Giovani Imprenditori
IL MONDO CNA
Il Sistema CNA Grosseto
Impresa Donna
L'ASSOCIAZIONE
L'INFORMAZIONE DI CNA
News
News informativa CNA
NewsOld
news_home
Organismi Dirigenti
Organismi territoriali
Patronato EPASA-ITACO
Previdenza-Assistenza-Consulenza del lavoro
RAGGRUPPAMENTI E COMITATI
Senza categoria
SERVIZI
SNO-CNA
UNIONI DI MESTIERE

Bilateralità: i nuovi obblighi per i Datori di Lavoro

Share

Negli ultimi due anni le parti sociali dell’artigianato hanno adottato scelte importanti al fine di potenziare il sistema di welfare integrativo previsto per i lavoratori del comparto.
Il carattere innovativo delle soluzioni individuate prevede la contrattualizzazione del diritto alle prestazioni erogate dalla bilateralità nazionale, regionale e dalle province autonome di Trento e Bolzano.
Come previsto dagli accordi collettivi – in particolare, si ricordano gli accordi collettivi del 21 novembre 2008, 23 luglio 2009, 15 dicembre 2009 e l’Atto di indirizzo  del 30 giugno 2010 – a partire dal 1° luglio 2010 le imprese dovranno versare, in virtù di un nuovo meccanismo semplificato di raccolta, una quota omnicomprensiva per la nuova bilateralità, pari ad € 125 annui per ogni lavoratore dipendente, costituente la somma degli importi annui di cui all’accordo interconfederale del 23 luglio 2009 ed all’Atto di indirizzo sulla bilateralità del 30 giugno 2010.  Tale contributo sarà frazionato in 12 quote mensili pari ad € 10,42 per ogni lavoratore dipendente in forza, ed è ridotto del 50% per i part-time fino a 20 ore settimanali. Si considerano per intero gli assunti o i licenziati nel corso del mese.
I versamenti saranno effettuati tramite modello F24, evidenziando il codice tributo riportato nella risoluzione n. 70/E dell’Agenzia delle Entrate.
Il contributo di solidarietà pari al 10% dovrà essere versato dai datori di lavoro sulle somme che, a livello di bilateralità regionale e delle province autonome di Trento e Bolzano, sono espressamente dedicate a prestazione di  sostegno al reddito e a prestazioni ai lavoratori dipendenti previste dai singoli enti bilaterali. Si ricorda che la quota minima da destinare al sostegno al reddito, per effetto di quanto previsto dagli accordi nazionali e dalla delibera EBNA del 12 maggio 2010, è pari a 29 euro.
A partire dal 1° luglio 2010, in caso di mancata adesione alla bilateralità, i datori di lavoro dovranno corrispondere mensilmente, per ciascun lavoratore dipendente in forza, un importo forfetario pari a 25€ lordi mensili. Tale importo, che dovrà essere erogato per 13 mensilità, non è assorbibile e rappresenta un Elemento Aggiuntivo della Retribuzione (E.A.R.) che incide su tutti gli istituti retributivi di legge e contrattuali, compresi quelli indiretti o differiti, escluso il solo TFR. In caso di lavoratori assunti con contratto part-time, tale importo è corrisposto proporzionalmente all’orario di lavoro e, in tal caso, il frazionamento si ottiene utilizzando il divisore previsto dai CCNL. Per gli apprendisti, l’importo andrà riproporzionato alla percentuale di retribuzione riconosciuta.
Sono  esclusi dai versamenti di cui sopra le imprese del settore delle costruzioni e quelle dell’autotrasporto, ove tale settore sia escluso dalla bilateralità territoriale/regionale.
Come evidenziato negli accordi richiamati, la bilateralità prevista dagli accordi e dai contratti collettivi dell’artigianato è un sistema che coinvolge tutte le imprese aderenti e non aderenti alle associazioni di categoria firmatarie degli accordi medesimi, in quanto eroga prestazioni di welfare contrattuale che sono indispensabili a completare il trattamento economico e normativo del lavoratore previsto all’interno dei contratti collettivi di categoria.
Le prestazioni presenti nei sistemi di bilateralità nazionale e regionale rappresentano un diritto contrattuale di ogni singolo lavoratore il quale matura, esclusivamente nei confronti delle imprese non aderenti e non versanti al sistema bilaterale, il diritto alla erogazione diretta da parte dell’impresa datrice di lavoro di prestazioni equivalenti a quelle erogate dagli enti bilaterali nazionale,  regionali e delle province autonome di Trento e Bolzano.
L’impresa, aderendo alla bilateralità ed ottemperando ai relativi obblighi contributi, assolve ogni suo obbligo in materia nei confronti dei lavoratori.




Pubblicato da: CNAGROSSETO.IT

CNA Associazione Territoriale di Grosseto

Via Birmania, 96
58100 Grosseto (GR) - Italia
Codice fiscale
80004920536

Tel. 0564 4711 - Fax 0564 457393

e-mail: associazione@cna-gr.it