Cerca risultato esatto
Cerca nel titolo
Cerca nei contenuti
Cerca negli articoli
Cerca nelle pagine
Filter by Categories
Ambiente e Sicurezza
ASSOCIARSI A CNA
CNA Alimentare
CNA Artistico Tradizionale
CNA Balneatori
CNA Benessere e Sanità
CNA Comunicazione e Terziario avanzato
CNA Costruzioni
CNA Federmoda
CNA FITA
CNA Installazione e Impianti
CNA Pensionati
CNA Produzione
CNA Professioni
CNA Servizi alla Comunità
CNA Servizi Cooperativa
CNA Turismo e Commercio
CNAServizi_Slider
Contributi
Convenzioni CNA
Costituzione di impresa
Credito
Fiscale/Tributario
Formazione
Giovani Imprenditori
IL MONDO CNA
Impresa Donna
L'ASSOCIAZIONE
News
NewsOld
news_home
Organismi Dirigenti
Patronato EPASA-ITACO
Previdenza-Assistenza-Consulenza del lavoro
RAGGRUPPAMENTI E COMITATI
Senza categoria
SERVIZI
SNO-CNA
UNIONI DI MESTIERE

APE SOCIALE: AL PATRONATO INFORMAZIONI E ASSISTENZA

APE SOCIALE: AL PATRONATO INFORMAZIONI E ASSISTENZA
Con la Gazzetta Ufficiale del 16 giugno 2017, è stato pubblicato il DPCM n. 88/2017 di disciplina dell’Anticipo pensionistico, noto come “APE Sociale”.
Si tratta di una delle più attese novità introdotte con la Legge di Bilancio per l’anno 2017 (l. 232/2016, art. 1 co. 179 e ss.), con la quale si rende più flessibile l’uscita dal mondo del lavoro, temperando così gli effetti della riforma pensionistica varata nel dicembre 2011 dal Governo Monti attraverso il cosiddetto Decreto “Salva Italia”. Questo  provvedimento, adottato a seguito del rapidissimo deterioramento degli indicatori economici del Paese, ha previsto un forte innalzamento dell’età pensionistica non considerando che le caratteristiche del nostro sistema economico produttivo italiano non erano e non sono tali da garantire una appropriata
permanenza in azienda per tutte le tipologie di lavoratori.
L’APE Sociale può rappresentare una soluzione, garantendo un  “reddito ponte”, che coprirà tutti i costi dell’anticipo pensionistico, per alcune categorie di lavoratori disagiati.
 
Possono conseguire l’APE sociale i lavoratori che hanno cessato l’attività lavorativa; non sono titolari di un trattamento pensionistico diretto; hanno compiuto almeno 63 anni di età e si trovano in almeno una delle seguenti condizioni:
a) sono in possesso di un’anzianità contributiva di almeno 30 anni e sono in stato di disoccupazione a causa di un licenziamento (anche collettivo), di dimissioni per giusta causa o di risoluzione consensuale ed hanno concluso da almeno tre mesi di godere della
prestazione per la disoccupazione;
b) sono in possesso di un’anzianità contributiva di almeno 30 anni e assistono da almeno sei mesi (rispetto al momento della domanda) il coniuge, la persona in unione civile o un parente di primo grado, convivente, con handicap in situazione di gravità;
c) sono in possesso di un’anzianità contributiva di almeno 30 anni e sono riconosciuti invalidi civili di grado almeno pari al 74%;
d) sono lavoratori dipendenti in possesso di un’anzianità contributiva di almeno 36 anni, che, alla data della domanda di accesso all’APE sociale, svolgono da almeno sei anni, in via continuativa, una o più delle attività ritenute gravose (come elencate nell’allegato A al decreto). 
Il patronato Epasa – Itaco di CNA Grosseto è disponibile per ogni informazioni a riguardo.
Per info: 0564 4711



Pubblicato da: CNAGROSSETO.IT

CNA Associazione Territoriale di Grosseto

Via Birmania, 96
58100 Grosseto (GR) - Italia
Codice fiscale
80004920536

Tel. 0564 4711 - Fax 0564 457393

e-mail: associazione@cna-gr.it